Dicembre 2020 – Scenario macroeconomico 2021

Il 2021. Non sarà l’anno del meanreverting ma quello dell’accentuazione delle differenze.

Il 2020 si chiude con tassi ai minimi, schiacciati da politiche monetarie sempre più aggressive  che, a differenza del passato, questa volta finanziano direttamente i deficit di bilancio statali

Proprio il binomio deficit fiscale-espansione monetaria, mai sperimentato prima in queste dimensioni, ha fornito nel 2020 il propellente all’asset class reflattiva per eccellenza: l’equity.

Non solo negli Stati Uniti ma anche in Germania

ed in Europa, il rapporto Prezzo vendite, che consideriamo il miglior indicatore per valutare il livello delle quotazioni azionarie, è sui massimi storici

I disavanzi fiscali hanno sì favorito, nel secondo semestre 2020, il recupero del PIL, ma con divergenze simili a quelle preesistenti alla crisi dovuta al Covid.

Dato che questo recupero di PIL è stato ottenuto attraverso un’espansione senza precedenti dei deficit statali, la qualità della ripresa è bassa e non è in grado di autoalimentarsi.

Date queste premesse crediamo che il 2021 sarà un anno di bassa crescita, caratterizzato da forti disomogeneita’ tra settori/paesi in declino bilanciati da settori/paesi in crescita.

Il settore semiconduttori (pagina precedente) e quello delle fonti alternative di energia (eolico e solare) saranno tra i settori trainanti non solo per fattori ambientali.

Infatti,  il costo al KW ricavato da fonti rinnovabili,  risulta oramai più competitivo di qualsiasi altra forma di generazione di energia. Questo spiega perché l’esplosione di capacita installata di eolico e solare è destinata a continuare con maggior vigore nel 2021

Se a questo si aggiunge il drastico calo del costo delle batterie (da 400$ al KW di qualche anno fa, agli attesi 50$ al Kw nel 2024) il passaggio al trasporto elettrico, a scapito di quello a combustibile fossile, nel 2021 vedrà una forte accelerazione.

Basta allora guardare il peso dei diversi settori sugli indici (e quindi per proxy sulle economie) di Usa ed Europa per ipotizzare che nel 2021 le differenze di crescita del Pil e dei listini delle due aree siano destinato a continuare.

Esattamente come sarà destinata a continuare, e non a restringersi,  la divaricazione tra titoli growth (abbondanti negli Usa) e titoli value o meglio value trap (abbonanti in Europa).

Sul fronte dei tassi nominali negli Usa per la prima volta abbiamo tassi reali negativi non causati da uno spike improvviso dell’inflazione.

Ma indotti da un cambio epocale della politica della FED (che verrà seguito, formalmente o sostanzialmente, da tutte le principali banche centrali)

Per la prima volta, quindi, sono in essere contemporaneamente i tre fattori che determinano l’insorgenza dell’inflazione:

  • Elevato deficit pubblico a sostegno dei consumi interni e non degli investimenti. Deficit non in grado di generare guadagni di produttività
  • Finanziamento dei deficit pubblici attraverso la creazione di massa monetaria
  • Banca centrale che, segnalando la tolleranza di tassi reali negativi, alimenta aspettative inflazionistiche

Questo significa che, sul mercato dei bonds, il 2021 offrirà la prospettiva di rendimenti positivi esclusivamente per i detentori di bonds legati all’inflazione.

Corollari a questo scenario atteso per il 2021 di bassa crescita reale e tassi di inflazione in crescita:

  • Lento recupero delle materie prime
  • Debolezza del dollaro che potrebbe spingersi massimo fino area 1,3 non oltre dato che la monetizzazione del debito è un fenomeno globale
  • Sottoperformance dell’oro rispetto a due asset classes più attraenti in uno scenario di bassa crescita ed inflazione crescente positiva: Bitcoin e azionario Usa
  • Sottoperformance dei mercati emergenti e dei mercati europei, i primi alle prese con economie legate al commercio estero e con peso molto forte nei settori tradizionali dell’economia, i secondi inseriti in un trend strutturale di mancanza di domanda interna e mancanza di produttività

Il presente documento è stato predisposto da Komorebi Invest Suisse SA, sulla base di informazioni pubblicamente disponibili, di dati elaborati internamente e di altre fonti di terze parti ritenute affidabili. Le informazioni ottenute da fonti pubbliche o da terze parti non sono state verificate da Komorebi Invest Suisse SA che, pertanto, non ne garantisce l’accuratezza, la completezza o l’affidabilità. I contenuti nel presente documento si riferiscono alla data in cui esso è stato redatto indipendentemente dal momento in cui il lettore può ricevere o accedere alle informazioni ivi presenti. I contenuti possono essere soggetti, in qualsiasi momento, a modifica senza obbligo di preavviso o motivazione da parte di Komorebi Invest Suisse SA. Il presente documento ha finalità meramente informativa. In particolare non è consentita la riproduzione, la divulgazione, la trasmissione o pubblicazione dello stesso in qualsiasi formato, senza la preventiva autorizzazione scritta della società. Il presente documento non contiene informazioni idonee a determinare in concreto la propensione all’investimento e, dunque, non può e non deve costituire la base per assumere alcuna decisione di investimento, non costituisce una sollecitazione al pubblico risparmio o un’offerta, né una raccomandazione all’acquisto o alla vendita di strumenti finanziari e/o di qualsiasi tipologia di servizi di investimento o altro servizio. Le informazioni e i dati forniti non sono presentati come adattati per, né tengono in considerazione le caratteristiche di alcun cliente in particolare e non devono essere intese, dunque, quali raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nel documento non costituiscono consulenza in materia economica, legale, fiscale o di altra natura, né si prestano quale base per prendere decisioni d’investimento o di altra natura. Va altresì tenuto presente che i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri e non vi è garanzia di ottenere uguali rendimenti per il futuro. I rendimenti eventualmente indicati sono al lordo degli oneri fiscali. Il presente documento è soggetto a copyright e tutti i relativi diritti sono riservati.

Lascia un commento